WORKPOINTS attività estive per i giovani

Quest’anno all’interno del progetto Workstation nasce WORKPOINTS, una nuova opportunità estiva per i giovani della Valle San Martino. Workpoints consiste in 4 azioni trasversali che coinvolgeranno piccoli gruppi di ragazzi e ragazze del territorio, permettendo loro di sperimentarsi in attività pre-lavorative costruite sotto forma di project-work.

Destinatari

Giovani tra i 16 e i 25 anni residenti in uno dei comuni della Valle San Martino. In caso di
superamento dei posti disponibili, si darà priorità ai residenti nei comuni di Vercurago, Olginate,
Garlate, Valgreghentino.

Periodo

Da giugno – settembre 2019, ogni partecipante potrà iscriversi ad una delle quattro attività proposte, per un totale di 50 ore così suddivise:

24 giugno – 19 luglio: 4 settimane di attività intensive
30 ore dal lunedì al venerdì; dalle 9.00 alle 15.00 con pranzo al sacco.

24 – 28 giugno
1 – 5 luglio
8 – 12 luglio
15 – 19 luglio

Giugno – settembre: aperture occasionali nei weekend in collegamento ad eventi sul territorio dei comuni di Olginate, Vercurago, Garlate e Valgreghentino (seguirà calendario) (20 ore a turnazione, seguirà calendario)

 Luoghi

    • • Vercupoint lungolago di Vercurago, via Aldo Moro
    • • Villa Sirtori lungolago di Olginate, via Como 15
    • • Museo della Seta Abegg lungolago di Garlate, via Statale 490

Attività

ESCAPE ROOM

Il progetto prevede la realizzazione di un’Escape Room. Durante la settimana intensiva si sceglierà un tema d’interesse, collegato alle attività della Casa delle Competenze o al territorio; si progetteranno e costruiranno quindi meccanismi, enigmi e materiali per l’escape room, che sarà proposta al pubblico durante alcune aperture nei weekend tra giugno e settembre.

WEB RADIO

Il progetto prevede la progettazione e la realizzazione di trasmissioni radiofoniche/podcast che affrontino in modo leggero tematiche inerenti alla Casa delle Competenze quali orientamento scolastico e professionale, testimonianze di volontariato e alternanza, esperienze all’estero, campus estivi, protagonismo giovanile etc. Durante la settimana intensiva è prevista la formazione dei partecipanti e la programmazione delle registrazioni, in parte realizzate e trasmesse durante i weekend di apertura.

CULTUREPOINT

Il progetto prevede l’ideazione, la progettazione e la realizzazione di azioni culturali o artistiche all’interno di Vercupoint/Olgipoint o in parallelo ad eventi organizzati nei territori della Valle san Martino. Durante la settimana intensiva i giovani coinvolti progetteranno e costruiranno le attività – video, mostre, eventi – proposte al pubblico durante i weekend di apertura.

INFOPOINT

Il progetto consiste nella gestione di Vercupoint, Villa Sirtori e Museo della Seta con un taglio informativo, rivolgendosi ai turisti. Durante la settimana intensiva i giovani coinvolti raccoglieranno informazioni e si prepareranno ad accogliere ed informare i visitatori durante le aperture del weekend, attraverso forme di partecipazione attiva e di guerrilla marketing.

Riconoscimento economico

Per ogni partecipante è previsto un buono-spesa del valore di 150€

Come partecipare

CANDIDATI ENTRO IL 15 GIUGNO 2019 compilando il seguente modulo:

https://forms.office.com/Pages/ResponsePage.aspx?id=KG0jCjllcEud3GvulOnUgvg8hkeQMf5Iv1-EVMIXxGJUQ1lDOE0zUUJBSFpVMkVZTFhRVVUzODQ2My4u

Per qualunque informazione contattaci al 350 573 5025 (anche via what’sapp) o scrivi a workstation@comunitamontana.lc.it

 

Annunci

16.05.19 “CONSULTandoci”: la Consulta Giovani di Olginate incontra la cittadinanza

La nascente Consulta Giovani di Olginate invita Istituzioni, Associazioni e cittadini, all’evento “CONSULTAndoci” che si terrà giovedì 16 maggio a partire dalle ore 18.00 presso Villa Sirtori a Olginate.

Verrà presentata la Consulta Giovani creata nell’ambito del progetto WorkStation.
La Consulta è composta da un gruppo di ragazzi e ragazze che ha elaborato alcune idee e vorrebbe poterle realizzare nel territorio olginatese, per migliorarlo e renderlo più a misura di tutti i cittadini. Sarà quindi  l’occasione per confrontarsi con i cittadini e le realtà già attive da tempo sul territorio!

Durante la serata sarà offerto un aperitivo accompagnato da musica e sorprese.

Bellissima esperienza il primo Social Day in provincia di Lecco! 3.155 euro raccolti.

Cofinanziato all’interno del progetto “Workstation” di Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino, sabato 13 aprile la città di Calolziocorte, e non solo, ha visto all’opera 121 studenti dell’Istituto Superiore Lorenzo Rota, impegnati nelle attività più diverse per raccogliere fondi per 6 progetti di cooperazione e solidarietà (Kenya, Camerun, Tanzania, Ecuador e Malawi e un progetto di Libera in Italia).

Una splendida esperienza di circoli virtuosi, dove la condivisione del valore del progetto, “agire concretamente per sensibilizzare una comunità”, ha permesso l’unione di energie ed entusiasmo in un effetto a cascata dirompente, che in pochi giorni ha visto iscriversi al progetto un numero inatteso di studenti. Sorprendente la creatività e la capacità progettuale che hanno avuto modo di esprimersi nella giornata di azione del 13 aprile, a partire dall’allestimento nel parcheggio della scuola di un lavaggio auto per interni e vetri, organizzato con il supporto dei docenti e dei genitori dei ragazzi… ben 40 le auto lavate nella mattinata con detersivi ecologici forniti dall’Associazione “L’altra via”.

Numerosi gruppi di studenti anche all’oratorio di Sala e di Calolziocorte, studenti impegnati in studi di veterinari, o al supermercato, e chi ancora si è inventato il lavoro, proponendo un laboratorio sui 5 sensi per bambini presso la biblioteca del Comune di Olginate, o chi ha svolto lavori di pulizia nella casa di una signora disabile. Oltre ad Olginate, anche i comuni di Calolziocorte e di Carenno hanno ospitato alcuni studenti: 2 ragazze nella biblioteca di Calolziocorte e 4 ragazzi a Carenno impegnati nella pulizia del centro sportivo. Insomma davvero tanti i campi di prova, tutti accomunati dalla voglia di mettersi in gioco sia dalla parte degli studenti sia delle realtà che li hanno accolti.

A fianco della viva partecipazione e slancio dei ragazzi, va segnalata la fiducia della Dirigente Scolastica Sabrina Scola che, da subito, ha creduto molto nel progetto e ha permesso agli operatori della Cooperativa Sociale Liberi Sogni Onlus di coltivarlo passo passo nel cuore di studenti e docenti.

Un ottimo inizio per la provincia di Lecco, nella speranza che l’esperienza dell’Istituto Rota faccia da apripista il prossimo anno all’adesione di nuovi istituti del territorio.

Infine un grazie speciale agli studenti di Vicenza, promotori del Social Day, che ci hanno seguito sul percorso e contagiato con il loro entusiasmo.

Alcuni numeri del Social Day:
Edizione 0
121 studenti
47 postazioni messe a disposizione
6 progetti di cooperazione
40 auto lavate nel parcheggio della Scuola
3 docenti coinvolti attivamente 5 oratori: Sala, Calolziocorte, Foppenico, Vercurago e Calco
3 Comuni ospitanti: Carenno, Calolziocorte e Olginate.
Oltre a 39 tra aziende e privati
Oltre al territorio della Valle San Martino, coinvolti altri 10 comuni lecchesi
3.155 euro raccolti

Guarda qui la presentazione dei risultati della prima edizione di Social Day

 

 

 

BANDO GIOVANI COMPETENTI 2019

Candidature prorogate al 15 maggio!

La Cooperativa sociale La Vecchia Quercia, all’interno del progetto WORKSTATION 2.0 di Comunità Montana Lario Orientale – Valle San Martino, ricerca ragazzi e ragazze tra i 19 e i 26 anni in possesso di diploma di scuola secondaria di secondo grado e residenti in uno degli otto comuni del Polo Territoriale da coinvolgere in un’esperienza formativasperimentativa e orientativa nell’ambito dei servizi sociali.

L’esperienza avrà una durata complessiva di 70 ore e si svolgerà in  tutto il territorio della Valle San Martino a partire da maggio 2019 fino a fine 2019.

LEGGI QUI tutto il Bando Giovani Competenti 2019

PER PARTECIPARE 

  1. Compila questo  MODULO ON LINE di richiesta di adesione al progetto, compresa l’autorizzazione al trattamento dati che troverai al suo interno. 
  2. Invia il tuo curriculum vitae e una scansione dell’autorizzazione al trattamento dati compilata e firmata all’indirizzo a.ponzoni@cooplvq.org , riportando nell’oggetto della comunicazione la dicitura “Bando Giovani Competenti”.

CHIUSURA CANDIDATURE 
Tutti i documenti richiesti devono essere inviati entro mercoledì 15 maggio 2019

Nella settimana successiva alla chiusura delle candidature verranno organizzati dei colloqui individuali di selezione. Durante il colloquio si valuteranno la motivazione e le competenze dei giovani selezionati e, in relazione a ciò, si provvederà all’inserimento in una realtà del territorio.

Per maggiori informazioni
Contattare la referente del progetto:
Dott.ssa Alice Ponzoni, (Servizi Giovani e Adolescenti – Coop. Soc. La Vecchia Quercia)
tel. 3311943493 mail a.ponzoni@cooplvq.org

GC

Comune – in – comune

Si conclude con la fine di febbraio il percorso di alternanza scuola-lavoro iniziato in autunno e realizzato in collaborazione con l’Istituto L.Rota e il comune di Calolziocorte. Chiara, Alessandro, Francesco, Federica, Serena, Martina, Giacomo, Fabio, Alessandro, Matteo e Leonardo – studenti di quarta liceo scientifico indirizzo scienze applicate – sono stati chiamati a progettare, sotto forma di project work – delle idee innovative e interattive per promuovere la conoscenza della struttura comunale.

Posto l’obiettivo comune di trovare una via di comunicazione smart, attuale e coinvolgente, si sono strutturati tre gruppi di lavoro, che hanno rispettivamente definito dei progetti da portare a termine. Dopo dodici incontri, due visite in Comune, brainstorming, interviste, chiacchiere e fotografie si è giunti alla realizzazione di questi contenuti:

  • Quiz online
    Creato a partire da passioni e competenze dei ragazzi in ambito informatico, permette di acquisire nozioni su ruoli e funzioni del comune in modo leggero e competitivo.
  • Conquista il comune! – gioco da tavolo
    Sfruttando le regole di base del gioco dell’oca, aguzza l’ingegno su avventure e imprevisti della Giunta comunale. 
  • Calolzino va in comune! – video-serie
    L’idea trova origine in una tipologia di video molto diffusa e frequentata su YouTube, chiamata DrawMyLife, che sfrutta il disegno e la comunicazione visiva per raccontare storie personali. La serie di video realizzata rappresenta così, puntata dopo puntata, imprese e disavventure di Calolzino. Basta spoiler, se siete curiosi date un’occhiata!


Il 21 febbraio i prodotti sono stati mostrati in anteprima ad alcuni membri della Giunta comunale, che si sono dimostrati talmente entusiasti da proporre una presentazione pubblica ufficiale davanti alla cittadinanza, in apertura al prossimo Consiglio. Quindi state pronti, a breve ci saranno aggiornamenti sulla data!

Social Day. L’entusiasmo delle studentesse di Vicenza contagia i ragazzi del Rota

Il 28 febbraio 2019, la cooperativa sociale LIBERI SOGNI ha tenuto una presentazione del progetto SOCIAL DAY presso l’Istituto d’Istruzione Superiore calolziese Lorenzo Rota.

A tenere la presentazione sono Maria Pinato e Silvia Cadore, due pioniere, organizzatrici storiche di SOCIAL DAY in territorio Vicentino, che hanno raccontato la loro esperienza sia da partecipanti attive al SOCIAL DAY che da organizzatrici di SOCIAL DAY, evidenziando difficoltà e punti di forza del progetto.M a cos’è il SOCIAL DAY?
Il SOCIAL DAY è stato importato dalla Germania e dalla Scandinavia, territori che vantano una lunga tradizione nel proporre ai propri giovani questa esperienza. Il SOCIAL DAY non è altro che una giornata dedicata alla CITTADINANZA ATTIVA e al LAVORO.

Questa giornata si rivolge a tutti gli studenti delle scuole superiori che hanno aderito a questo progetto: per motivi assicurativi. Tutti i ragazzi volenterosi di svolgere questa attività sono chiamati a delineare dei progetti che vorrebbero finanziare, si tratta di progetti di COOPERAZIONE INTERNAZIONALE, diversi dalla beneficienza perché mirano a fornire alla popolazione beneficiaria strumenti per migliorare la loro condizione economica o sociale a lungo termine. Una volta scelto il progetto da finanziare è il momento di scegliere come finanziare questo progetto: i ragazzi possono lavorare per una mattinata ovunque essi desiderino a patto che però la retribuzione avvenga sotto forma di donazione versata alla associazione GRUPPO VULCANO (che gestisce il SOCIAL DAY a livello nazionale). I ragazzi possono sbizzarrirsi e scegliere di fare i panettieri, i falegnami o i commessi se lo deisiderano! Possono anche collaborare con il Comune e svolgere lavori di rivalutazione urbana o altri lavori utili alla comunità. Insomma, non ci sono limiti alle attività che possono essere svolte!

Il social day si presta bene dunque ad essere oltre che un momento di cittadinanza attiva anche un momento di riflessione e orientamento rispetto al lavoro che si desidera fare in un futuro, dal momento che viene data ai ragazzi l’opportunità di lavorare dove meglio credono e quindi di spendere le loro capacità, abilità e competenze in modo pratico.

La presentazione si è conclusa con un interessante gioco di ruolo, svoltosi nel cortile della scuola. Ai partecipanti, allineati tutti all’altezza della metà campo, veniva fornita una ‘’nuova identità’’ rispetto alla quale erano chiamati ad immedesimarsi il più possibile. Maria e Silvia, poi, man mano leggevano delle descrizioni sulle condizioni di vita della personalità, e rispetto a ciò dovevano, i ragazzi, muoversi in avanti o indietro.  Ad esempio se un ragazzo stava impersonando il figlio di un banchiere e l’affermazione pronunciata da Maria fosse stata “posso comprarmi l’ultimo cellulare uscito sul mercato” il ragazzo avrebbe dovuto spostarsi in avanti, e se invece il ragazzo stava impersonando un bambino delle Favelas Brasiliane alla stessa affermazione avrebbe reagito facendo un passo indietro. C’erano diverse identità che rappresentavano la disuguaglianza economica e sociale che, purtroppo, caratterizza il mondo al giorno d’oggi, e che il SOCIAL DAY si propone di sconfiggere o comunque alleggerire. Alla fine della lettura delle affermazioni, veniva chiesto ai partecipanti di fare uno scatto di corsa verso una meta stabilita, il fondo campo, e si notava come i più ricchi fossero già arrivati o in prossimità di questa meta rispetto ai più poveri che dovevano percorrere il doppio se non il triplo della strada percorsa dai ricchi. Questo gioco ha permesso di evidenziare e far comprendere in modo più divertente e personale le problematiche sociali ed economiche che caratterizzano le nostre vite e quindi hanno scosso la coscienza dei ragazzi, un modo carino ma incisivo di concludere la presentazione del SOCIAL DAY. Il SOCIAL DAY sarà il 13 aprile venturo, seguendo i canali IG e FB di LIBERI SOGNI, SOCIAL DAY e WORKSTATION, lo stesso giorno sarà possibile vedere i ragazzi in azione e seguirli in questa esperienza.

Dall’Ungheria a Calolzio. Il racconto di Giorgia, Anna e Mattia all’oratorio di Sala di Calolzio

Il 20 gennaio, dopo una prima presentazione del programma Ersamus+ da parte di Giovanna della Coop Liberi Sogni, Anna, Giorgia e Mattia, i tre giovani che hanno partecipato a un training course del programma Erasmus + in Ungheria, hanno raccontato la loro esperienza (leggi qui l’articolo) e hanno fatto partecipare Don Luca e i ragazzi dell’oratorio di Sala a un gioco di ruolo dal titolo “nei panni degli altri”.
Ecco alcune foto dell’incontro.