Util’Estate 2018 ‘Sempre più in alto 4.0’ a Erve e Carenno

Hai tra i 16 e i 24 anni e abiti a Erve o Carenno?
Ti piace l’idea di lavorare in gruppo con altri ragazzi e giovani della tua età?
Ti piacerebbe sperimentare le tue competenze e le tue capacità manuali in un progetto di valorizzazione e scoperta del tuo territorio in alta Valle San Martino?

semprepiuinalto

Partecipa al progetto “Sempre più in Alto 4.0” di Util’Estate 2018: un’esperienza pre-lavorativa per valorizzare il tuo territorio con le tue idee e le tue proposte e acquisire nuove competenze utili per il tuo futuro professionale!

In cosa consiste il progetto?

Il progetto consiste nel recupero e valorizzazione di uno o più sentieri del territorio dei Comuni di Carenno e Erve, affiancando alla pulizia (tagliare il fogliame e l’erba è meglio che andare in palestra!) anche il rilevamento cartografico dei tracciati, utilizzando la strumentazione GPS.

Con il supporto degli operatori della Cooperativa Liberi Sogni Onlus ed esperti del settore, potrai acquisire nuove competenze spendibili a livello professionale.

  • Sono previste 60 ore di attività, con obbligo di frequenza, che si svolgeranno nei Comuni di Erve (circa 30) e Carenno (circa 30) di cui circa 10 ore di team building e formazione teorica e circa 50 ore di attività pratica sul campo.
  • Il progetto si svolgerà tra settembre, ottobre e novembre in orari compatibili con la tue priorità scolastiche o lavorative; nella settimana dal 3 al 8 settembre è prevista un’intensificazione di presenza e attività.
  • Come riconoscimento del tuo impegno, ti verrà corrisposto un attestato e un contributo motivazionale di € 150,00 sotto forma di una carta prepagata che potrai utilizzare in diversi esercizi commerciali della provincia di Lecco. Il contributo verrà erogato solo al raggiungimento del monte ore concordato, durante il quale si richiede impegno, puntualità e affidabilità.

Come fare per partecipare?

  • Verranno selezionati 8 giovani tra i 16 e i 24 anni del territorio di riferimento del progetto Workstation, con priorità ai residenti nei comuni di Carenno e Erve (4 ragazze/i di Carenno e 4 ragazze/i di Erve).
  • E’ richiesta alta motivazione e voglia di camminare su sentieri di media montagna con differenti dislivelli. E’ necessario un abbigliamento comodo e adatto al contesto e alle attività.

Se rientri nei requisiti e sei interessato, comunica il tuo nominativo, residenza età e numero di telefono  entro martedi 28 agosto 2018 ai seguenti contatti:

Scopri altre proposte e altre occasioni di formazione all’interno del progetto WorkStation sul nostro sito!

 

 

Annunci

Util’Estate Calolziocorte: consegna premi e attestati

Venerdì 27 luglio 2018, al parco ‘Annettina Ruegg’ delle Case Popolari di via Dante a Calolziocorte sono stati conferiti gli attestati e i premi agli 11 ragazzi e ragazze che hanno partecipato all’azione ‘Util’Estate 2018’ del progetto Workstation di Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino, in collaborazione con il Comune di Calolziocorte e la Cooperativa Sociale Liberi Sogni Onlus, completando le 60 ore previste. Il gruppo iniziale era composto da tredici ragazzi, due dei quali hanno dovuto abbandonare il progetto a lavori avviati, ma per una buona ragione: hanno trovato un impiego.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’azione è vertita sulla riqualificazione del parco, attraverso la pulizia e la potatura del verde, la pulizia e riqualifica dei vialetti e dei camminamenti mediante l’audace riciclo di vecchie piastrelle dimenticate e la generosa donazione di ghiaia, la riverniciatura delle recinzioni e l’abbellimento di una struttura in cemento, nel cortile interno delle Case Popolari, con un murales ideato dai ragazzi e realizzato sotto la guida della fumettista Elena Mistrello. Gli attrezzi sono stati prestati dall’Associazione ACT-Calolziocorte, i cui volontari hanno anche contribuito direttamente ai lavori di potatura. Ma ‘Util’Estate’ non è solamente lavoro: una parte delle ore è stata dedicata alla conoscenza e formazione del gruppo, alla sperimentazione di tecniche di problem solving con il contributo della formatrice aziendale Clara Cielo e alla diretta conoscenza degli abitanti delle Case Popolari, tramite interviste fatte a ciascun nucleo familiare/abitativo. Alla fine del percorso, i ragazzi hanno percepito un premio consistente in un buono acquisto del valore di 150 Euro, un attestato di partecipazione e la certificazione delle ore valida per l’eventuale accreditamento dei CF, ma si sono portati a casa un bagaglio di esperienza difficilmente quantificabile, consistente in una maggiore apertura verso l’altro, verso la diversità, competenze di espressione artistica, competenze soft nell’ambito del comportamento organizzativo e l’acquisizione di un maggior senso civico, che pare ormai essere sottovalutato nelle comunità, mentre ne è un prezioso elemento unificante.

Il lavoro energico e allegro dei ragazzi, ben condotti da Battista Milani, educatore del C.A.G. Epicentro Sismico del Comune di Calolziocorte, e Francesco Pizzagalli, educatore della Cooperativa Liberi Sogni Onlus, ha conquistato buona parte degli abitanti, che hanno fatto loro i complimenti, hanno portato acqua e bibite per ristorarli, hanno dedicato loro un sonoro applauso dai balconi e hanno preso parte alla festa finale.

Prima della premiazione, i lavori sono stati presentati dai ragazzi stessi, che hanno realizzato per l’occasione dei cartelloni informativo-artistici e nominato un portavoce per il racconto alla platea. Hanno consegnato i premi il Vicesindaco Aldo Valsecchi e l’assessore ai Servizi Sociali Tina Balossi, l’assessore ai Lavori Pubblici, Manutenzione del Verde e Risorse Umane Dario Gandolfi e il consigliere Daniele Vanoli. Presenti anche l’assessore Cristina Valsecchi e le consigliere Eleonora Rigamonti e Pamela Maggi. Il Vicesindaco ha elogiato i ragazzi e li ha investiti dell’onore/onere di essere dei ‘tutori del far bene’. Presente anche il Presidente della Coop. Soc. Liberi Sogni Onlus, Matteo Rossi, che ha elogiato il gruppo per l’entusiasmo, la creatività e l’impegno dimostrati.

L’articolo di LeccoOnline: https://goo.gl/Tf1x5h
L’articolo di LeccoNotizie: https://goo.gl/yDMxnb

Progetto VercuPoint: Sabato 14 luglio, la Notte sul Lago di Vercurago

Sabato 14 luglio si è svolta per la prima volta presso il lungolago A. Moro di Vercurago, la “Notte sul lago”, un’iniziativa che ha visto partecipare numerose associazioni Vercuraghesi, esercizi commerciali ed enti del territorio.

Per l’occasione i ragazzi e le ragazze di “Vercupoint” hanno preparato un video che, attraverso alcune immagini, ritrae le bellezze del territorio del Comune alle porte di Lecco, dalla Rocchetta di Somasca al lungolago. Attualmente la clip è in post-produzione; presto sarà disponibile sulla pagina Facebook del progetto.

img1

Oltre all’esperienza visiva – per poter al meglio godere delle immagini, all’interno dello stand dell’infopoint turistico è stato posto uno schermo ed un divanetto –, durante la “Notte sul lago” è stato proposto un gioco a premi. A partire da diverse foto scattate sul territorio, in prossimità di Vercurago, i partecipanti dovevano azzeccare il luogo esatto dello scatto. Una volta indovinato, i vincitori ricevevano in omaggio un segnalibro, anch’esso predisposto dai ragazzi a scopi promozionali.
Infine, non sono mancati momenti di socialità per i più piccoli, che hanno potuto cimentarsi con i giochi da tavolo, che sempre sono presenti all’interno del Vercupoint. Soddisfacente anche il risultato finale del pannello in legno, utilizzato da “guestbook” per l’occasione. Infatti la campagna #LasciaIlTuoSegno ha centrato l’obiettivo, restituendoci a fine serata, un prodotto firmato e colorato che ora accompagna tutte le aperture dello sportello di informazioni turistiche.

img2

Seguiteci sulla pagina Facebook ci aspettano altri eventi ad agosto e a settembre. Vi ricordiamo i giorni e gli orari di apertura dello sportello:
Sabato 10 – 12.30 e 16 – 19.30
Domenica 10 – 12.30 e 16 – 19.30

Util’Estate GPS, Giovani Per Sentieri: ultima settimana e consegna premi

Si è concluso ieri il percorso dell’azione ‘Util’Estate GPS, Giovani Per Sentieri’, tenutasi nei Comuni di Vercurago e Monte Marenzo.

 

Durante l’ultima settimana, i ragazzi hanno terminato la pulizia del Sentiero del Corno di Monte Marenzo, che si porta fino alla “pioda” e si affaccia in un punto panoramico sopra la valle dell’Adda, caricando i dati GPS e le informazioni relative al percorso sul sito Wikiloc. In seguito hanno posizionato all’ingresso del sentiero un cartello con Qr code, grazie al quale chiunque passerà per quel luogo potrà visualizzare sul proprio smartphone il tracciato e le informazioni caricate online.

I ragazzi hanno anche iniziato i lavori sulla Strada de Pruàda, che, dal nucleo del Beriòch, collegava, attraversando campi e boschi, Monte Marenzo con Torre de’ Busi. Il sentiero era in condizioni tali da non permettere un intervento senza pericoli per i ragazzi, quindi si è concordato di fare una pulizia profonda del tratto iniziale e di rilevarne il tracciato, pubblicandolo su Wikiloc.

Il link al Sentiero di Beseno, nel Comune di Vercurago, dai ragazzi denominato ‘Sentiero Anello del Cinghiale’, tracciato e caricato nella seconda settimana: https://goo.gl/QCNxHD

Ieri, venerdì 20 luglio, si è tenuta la celebrazione e presentazione del lavoro svolto, con consegna degli attestati e dei premi.
I ragazzi hanno realizzato una presentazione in Power Point e hanno fatto esperienza di public speaking, esponendo la presentazione agli astanti: il Presidente della Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino e Sindaco di Vercurago Carlo Greppi, il Sindaco di Monte Marenzo Paola Colombo, il Consigliere Comunale di Monte Marenzo Simone Gambirasio, il Presidente della Coop. Soc. Liberi Sogni Onlus Matteo Rossi, i giornalisti, i genitori e i cittadini che hanno voluto assistere all’evento.
Una situazione ufficiale alla quale non erano abituati, ma che hanno affrontato con grande entusiasmo, anche per la gioia di aver terminato il faticoso lavoro che li ha visti coinvolti e di averne visti i risultati!
Dopo la presentazione, i Sindaci hanno lodato la dedizione e sottolineato l’importanza per i giovani di mettersi in gioco, fare esperienze e mostrare il proprio impegno, in ottica di uno sviluppo personale, ma anche della ricerca del lavoro: anche se il lavoro che si cerca non è inerente a quanto svolto nel progetto – ha ricordato il Presidente Greppile aziende apprezzano chi nel Curriculum Vitae mostra di aver fatto delle esperienze estive come questa.
L’evento si è concluso con la consegna dei premi e un piccolo rinfresco.

In bocca al lupo a questi ragazzi per il loro futuro: che questa esperienza li abbia aiutati a porsi degli obiettivi e confidare nella propria capacità di raggiungerli!

Si ringraziano: il Presidente della Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino e Sindaco di Vercurago Carlo Greppi, il Sindaco di Monte Marenzo Paola Colombo, il Consigliere Comunale di Monte Marenzo Simone Gambirasio, il Consigliere Comunale di Vercurago Monica Corti, la Responsabile dei Servizi Sociali, dell’Ufficio Scuola e della Biblioteca del Comune di Vercurago Sara Amigoni, il Gruppo GEV Lumaca di Vercurago, Sergio Vaccaro dell’Associazione UpPer di Monte Marenzo, Angelo Gandolfi ex Presidente Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino, il Sig. Adriano Barachetti e il Gruppo Alpini di Monte Marenzo.

L’articolo su LeccoOnlinehttps://goo.gl/GoHgDq

 

Seconda settimana di lavori per l’azione ‘Util’Estate 2018’ a Calolziocorte

Si è appena conclusa la seconda settimana di lavori al parco Annetta Ruegg di Calolziocorte, nel contesto dell’azione ‘Util’Estate 2018’.

Questo slideshow richiede JavaScript.

All’inizio della settimana, un gruppo di ragazze, guidato dalla formatrice Clara Cielo, ha preparato e fatto delle interviste alla popolazione del complesso abitativo circostante il parco. Le domande erano finalizzate a conoscere meglio gli inquilini, nonché a reperire informazioni utili per la preparazione della festa finale di venerdì 27, così da poter creare un evento a beneficio non solo del gruppo, che ha lavorato tanto, ma anche di tutti gli abitanti del luogo. L’incontro con gli inquilini è stato molto formativo: tanti i complimenti ricevuti, ma anche una certa diffidenza, soprattutto fra le generazioni più grandi; eppure è bastato veramente poco per conoscersi e apprezzarsi. Qualche irriducibile c’è stato e i ragazzi ci sono rimasti male, dunque si è provveduto a un’elaborazione insieme delle emozioni e delle ragioni che stanno dietro ai comportamenti, con il contributo delle ragazze del gruppo che studiano scienze umane.

Durante la gran parte della settimana, il lavoro si è concentrato sulla struttura centrale in cemento, nel cortile interno, che ospiterà un murales creato dai ragazzi. Il muro era ricoperto di muschio, polvere e sporco stratificati nel tempo. Con molta pazienza, i ragazzi hanno grattato tutto lo strato superficiale e, dopo tanto grattare e preparare, hanno dato il fondo bianco per dare spazio alle loro idee.

A metà settimana la fumettista Elena Mistrello ha incontrato i ragazzi e li ha aiutati a impostare il lavoro sul murales, che sarà realizzato su loro progetto.

Giovedì sera una sparuta ma entusiasta delegazione ha presenziato alla festa di Living Land a Lecco.

Infine, i lavori hanno coinvolto anche la pavimentazione: non solo zappa e sudore, ma anche ingegno e qualità, con il recupero di vecchie piastrelle dimenticate.

Settimana prossima continuerà il ripristino e il murales prenderà forma. Venerdì 27 alle h.16:00 si terrà la festa finale, a cui sono invitati i cittadini di Calolziocorte e tutti i lettori del nostro blog. Vi aspettiamo!

Util’estate GPS a Vercurago e Monte Marenzo: un incontro davvero speciale

I ragazzi di “Util’estate GPS, Giovani Per Sentieri” di Vercurago e Monte Marenzo hanno incontrato ieri pomeriggio, nella biblioteca di Monte, Angelo Gandolfi, Presidente della Comunità Montana dal 2000 al 2007.

Tema dell’incontro: i misteri del bosco.

WhatsApp Image 2018-07-18 at 19.24.00

Dopo aver spiegato l’importanza del ripristino dei sentieri, il Presidente Gandolfi ha raccontato leggende locali, come la ‘Casciada‘ e il ‘Gatobe‘, spiegandone le verità e i misteri, ove rimasti tali.

Quando Umberto Galimberti parla di educazione come fascinazione di sicuro ha in mente persone come Angelo Gandolfi, che sanno modulare i propri interventi a seconda degli interlocutori che hanno di fronte, trovando la chiave per interessarli e imprimere il proprio messaggio – verbale e non verbale – nelle loro menti e nei loro cuori.

Ecco l’articolo sul sito dell’associazione UPper Monte Marenzo, che ringraziamo: https://goo.gl/wC6uan