Venerdì 30 novembre premiazione Util’Estate 4.0 e racconti dall’Ungheria, NON MANCATE!

Venerdì 30 novembre  alle h.18:00 presso la Sala Consiliare del Comune di Erve (LC)
in Via Roma, 11

 

I ragazzi che hanno partecipato all’azione “Util’estate: Sempre più in alto 4.0” del progetto Workstation di Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino presenteranno i lavori effettuati e riceveranno il premio finale.

Nella stessa serata, i ragazzi che  hanno partecipato al corso di formazione ‘Erasmus Access’ in Ungheria, un’opportunità offerta dal progetto Workstation di Comunità Montana e dal programma europeo Erasmus Plus, parleranno della loro esperienza.

VI ASPETTIAMO!!

 

E’ gradita gentile conferma della propria presenza

crazylienza@liberisogni.org

Prosegue l’esperienza di ‘Sempre più in alto 4.0’ a Erve e Carenno

Questa presentazione richiede JavaScript.

Nell’ultimo periodo, il tempo non ha per nulla agevolato i lavori sui sentieri, ma ciò non ha fermato i ragazzi, che, nonostante qualche imprevisto, hanno sistemato il segmento di sentiero che scende verso Erve. Ormai è tutto percorribile, con i rischi ridotti al minimo.

Per terminare il lavoro, mancano ormai solo il completamento della pulizia e la rimozione delle piante vicino al passaggio, che, con i recenti avvenimenti atmosferici, sono cadute o pericolanti. A coronare l’opera, i ragazzi prepareranno la segnaletica da posizionare sul percorso.

A fine mese, presenteranno l’opera alle autorità locali e riceveranno il premio: una carta pre-pagata, spendibile nei negozi del territorio.

Speriamo che questa esperienza possa essere un seme che crescerà negli anni, per la cura del territorio …e non solo. Il bosco è un sistema che influisce beneficamente su aria, acqua e suolo, piante e animali, quindi è importantissimo averne cura. E’ anche un ambiente naturale e gli ambienti naturali sono indispensabili per il nostro benessere non solo fisico, ma anche mentale. Secondo una branca di ricerca della psicologia che si chiama ‘Ecopsicologia‘, infatti, parte del disagio psicologico sempre più dilagante nella nostra società occidentale non è da riferirsi a problemi relativi alla storia personale degli individui, quanto piuttosto alla perdita di connessione con la Natura, con la Madre Terra. Infine, avere cura dell’ambiente circostante è un’importante declinazione della cura di sè. In una società che ha cura del proprio ambiente, a livello statistico, c’è anche meno criminalità.