Bellissima esperienza il primo Social Day in provincia di Lecco! 3.155 euro raccolti.

Cofinanziato all’interno del progetto “Workstation” di Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino, sabato 13 aprile la città di Calolziocorte, e non solo, ha visto all’opera 121 studenti dell’Istituto Superiore Lorenzo Rota, impegnati nelle attività più diverse per raccogliere fondi per 6 progetti di cooperazione e solidarietà (Kenya, Camerun, Tanzania, Ecuador e Malawi e un progetto di Libera in Italia).

Una splendida esperienza di circoli virtuosi, dove la condivisione del valore del progetto, “agire concretamente per sensibilizzare una comunità”, ha permesso l’unione di energie ed entusiasmo in un effetto a cascata dirompente, che in pochi giorni ha visto iscriversi al progetto un numero inatteso di studenti. Sorprendente la creatività e la capacità progettuale che hanno avuto modo di esprimersi nella giornata di azione del 13 aprile, a partire dall’allestimento nel parcheggio della scuola di un lavaggio auto per interni e vetri, organizzato con il supporto dei docenti e dei genitori dei ragazzi… ben 40 le auto lavate nella mattinata con detersivi ecologici forniti dall’Associazione “L’altra via”.

Numerosi gruppi di studenti anche all’oratorio di Sala e di Calolziocorte, studenti impegnati in studi di veterinari, o al supermercato, e chi ancora si è inventato il lavoro, proponendo un laboratorio sui 5 sensi per bambini presso la biblioteca del Comune di Olginate, o chi ha svolto lavori di pulizia nella casa di una signora disabile. Oltre ad Olginate, anche i comuni di Calolziocorte e di Carenno hanno ospitato alcuni studenti: 2 ragazze nella biblioteca di Calolziocorte e 4 ragazzi a Carenno impegnati nella pulizia del centro sportivo. Insomma davvero tanti i campi di prova, tutti accomunati dalla voglia di mettersi in gioco sia dalla parte degli studenti sia delle realtà che li hanno accolti.

A fianco della viva partecipazione e slancio dei ragazzi, va segnalata la fiducia della Dirigente Scolastica Sabrina Scola che, da subito, ha creduto molto nel progetto e ha permesso agli operatori della Cooperativa Sociale Liberi Sogni Onlus di coltivarlo passo passo nel cuore di studenti e docenti.

Un ottimo inizio per la provincia di Lecco, nella speranza che l’esperienza dell’Istituto Rota faccia da apripista il prossimo anno all’adesione di nuovi istituti del territorio.

Infine un grazie speciale agli studenti di Vicenza, promotori del Social Day, che ci hanno seguito sul percorso e contagiato con il loro entusiasmo.

Alcuni numeri del Social Day:
Edizione 0
121 studenti
47 postazioni messe a disposizione
6 progetti di cooperazione
40 auto lavate nel parcheggio della Scuola
3 docenti coinvolti attivamente 5 oratori: Sala, Calolziocorte, Foppenico, Vercurago e Calco
3 Comuni ospitanti: Carenno, Calolziocorte e Olginate.
Oltre a 39 tra aziende e privati
Oltre al territorio della Valle San Martino, coinvolti altri 10 comuni lecchesi
3.155 euro raccolti

Guarda qui la presentazione dei risultati della prima edizione di Social Day

 

 

 

Comune – in – comune

Si conclude con la fine di febbraio il percorso di alternanza scuola-lavoro iniziato in autunno e realizzato in collaborazione con l’Istituto L.Rota e il comune di Calolziocorte. Chiara, Alessandro, Francesco, Federica, Serena, Martina, Giacomo, Fabio, Alessandro, Matteo e Leonardo – studenti di quarta liceo scientifico indirizzo scienze applicate – sono stati chiamati a progettare, sotto forma di project work – delle idee innovative e interattive per promuovere la conoscenza della struttura comunale.

Posto l’obiettivo comune di trovare una via di comunicazione smart, attuale e coinvolgente, si sono strutturati tre gruppi di lavoro, che hanno rispettivamente definito dei progetti da portare a termine. Dopo dodici incontri, due visite in Comune, brainstorming, interviste, chiacchiere e fotografie si è giunti alla realizzazione di questi contenuti:

  • Quiz online
    Creato a partire da passioni e competenze dei ragazzi in ambito informatico, permette di acquisire nozioni su ruoli e funzioni del comune in modo leggero e competitivo.
  • Conquista il comune! – gioco da tavolo
    Sfruttando le regole di base del gioco dell’oca, aguzza l’ingegno su avventure e imprevisti della Giunta comunale. 
  • Calolzino va in comune! – video-serie
    L’idea trova origine in una tipologia di video molto diffusa e frequentata su YouTube, chiamata DrawMyLife, che sfrutta il disegno e la comunicazione visiva per raccontare storie personali. La serie di video realizzata rappresenta così, puntata dopo puntata, imprese e disavventure di Calolzino. Basta spoiler, se siete curiosi date un’occhiata!


Il 21 febbraio i prodotti sono stati mostrati in anteprima ad alcuni membri della Giunta comunale, che si sono dimostrati talmente entusiasti da proporre una presentazione pubblica ufficiale davanti alla cittadinanza, in apertura al prossimo Consiglio. Quindi state pronti, a breve ci saranno aggiornamenti sulla data!

Social Day. L’entusiasmo delle studentesse di Vicenza contagia i ragazzi del Rota

Il 28 febbraio 2019, la cooperativa sociale LIBERI SOGNI ha tenuto una presentazione del progetto SOCIAL DAY presso l’Istituto d’Istruzione Superiore calolziese Lorenzo Rota.

A tenere la presentazione sono Maria Pinato e Silvia Cadore, due pioniere, organizzatrici storiche di SOCIAL DAY in territorio Vicentino, che hanno raccontato la loro esperienza sia da partecipanti attive al SOCIAL DAY che da organizzatrici di SOCIAL DAY, evidenziando difficoltà e punti di forza del progetto.M a cos’è il SOCIAL DAY?
Il SOCIAL DAY è stato importato dalla Germania e dalla Scandinavia, territori che vantano una lunga tradizione nel proporre ai propri giovani questa esperienza. Il SOCIAL DAY non è altro che una giornata dedicata alla CITTADINANZA ATTIVA e al LAVORO.

Questa giornata si rivolge a tutti gli studenti delle scuole superiori che hanno aderito a questo progetto: per motivi assicurativi. Tutti i ragazzi volenterosi di svolgere questa attività sono chiamati a delineare dei progetti che vorrebbero finanziare, si tratta di progetti di COOPERAZIONE INTERNAZIONALE, diversi dalla beneficienza perché mirano a fornire alla popolazione beneficiaria strumenti per migliorare la loro condizione economica o sociale a lungo termine. Una volta scelto il progetto da finanziare è il momento di scegliere come finanziare questo progetto: i ragazzi possono lavorare per una mattinata ovunque essi desiderino a patto che però la retribuzione avvenga sotto forma di donazione versata alla associazione GRUPPO VULCANO (che gestisce il SOCIAL DAY a livello nazionale). I ragazzi possono sbizzarrirsi e scegliere di fare i panettieri, i falegnami o i commessi se lo deisiderano! Possono anche collaborare con il Comune e svolgere lavori di rivalutazione urbana o altri lavori utili alla comunità. Insomma, non ci sono limiti alle attività che possono essere svolte!

Il social day si presta bene dunque ad essere oltre che un momento di cittadinanza attiva anche un momento di riflessione e orientamento rispetto al lavoro che si desidera fare in un futuro, dal momento che viene data ai ragazzi l’opportunità di lavorare dove meglio credono e quindi di spendere le loro capacità, abilità e competenze in modo pratico.

La presentazione si è conclusa con un interessante gioco di ruolo, svoltosi nel cortile della scuola. Ai partecipanti, allineati tutti all’altezza della metà campo, veniva fornita una ‘’nuova identità’’ rispetto alla quale erano chiamati ad immedesimarsi il più possibile. Maria e Silvia, poi, man mano leggevano delle descrizioni sulle condizioni di vita della personalità, e rispetto a ciò dovevano, i ragazzi, muoversi in avanti o indietro.  Ad esempio se un ragazzo stava impersonando il figlio di un banchiere e l’affermazione pronunciata da Maria fosse stata “posso comprarmi l’ultimo cellulare uscito sul mercato” il ragazzo avrebbe dovuto spostarsi in avanti, e se invece il ragazzo stava impersonando un bambino delle Favelas Brasiliane alla stessa affermazione avrebbe reagito facendo un passo indietro. C’erano diverse identità che rappresentavano la disuguaglianza economica e sociale che, purtroppo, caratterizza il mondo al giorno d’oggi, e che il SOCIAL DAY si propone di sconfiggere o comunque alleggerire. Alla fine della lettura delle affermazioni, veniva chiesto ai partecipanti di fare uno scatto di corsa verso una meta stabilita, il fondo campo, e si notava come i più ricchi fossero già arrivati o in prossimità di questa meta rispetto ai più poveri che dovevano percorrere il doppio se non il triplo della strada percorsa dai ricchi. Questo gioco ha permesso di evidenziare e far comprendere in modo più divertente e personale le problematiche sociali ed economiche che caratterizzano le nostre vite e quindi hanno scosso la coscienza dei ragazzi, un modo carino ma incisivo di concludere la presentazione del SOCIAL DAY. Il SOCIAL DAY sarà il 13 aprile venturo, seguendo i canali IG e FB di LIBERI SOGNI, SOCIAL DAY e WORKSTATION, lo stesso giorno sarà possibile vedere i ragazzi in azione e seguirli in questa esperienza.

Al via il primo Social Day nella provincia di Lecco

Pronti… Via! Finalmente si parte con il primo Social Day nella provincia di Lecco, all’interno del progetto per i giovani WorkStation.
Protagonisti e pionieri del percorso nel nostro territorio gli studenti dell’Istituto Superiore Lorenzo Rota di Calolziocorte.

Social Day è un progetto nazionale di cittadinanza attiva per i giovani studenti delle scuole superiori che prevede l’organizzazione di una giornata d’azione, il 13 aprile, in cui i ragazzi, in orario scolastico, saranno impegnati in attività pratiche presso enti/aziende ospitanti del comune di Calolzio. Una giornata in cui fare scuola fuori dalla scuola.
Ogni studente potrà scegliere la sua attività, dal lavorare in gelateria, al ripulire il parco
comunale e l’arredo urbano, al lavorare in un supermercato o perchè no a fare animazione culturale per la comunità di Calololzio… tutto dipenderà dal desiderio e interesse dei ragazzi e dal loro entusiasmo.

I ragazzi richiederanno agli enti e aziende ospitanti il riconoscimento del proprio impegno, attraverso la sottoscrizione di una donazione per progetti di giustizia sociale e sostenibilità scelti dai ragazzi stessi.
L’obiettivo solidale del progetto Social Day è la raccolta fondi; ma prioritario è il
coinvolgimento attivo dei ragazzi nella propria comunità e territorio e la loro capacità di
generare cambiamenti e trasformazioni. Social Day è un progetto portato in Italia nel 2007 da un gruppo di studenti di Vicenza ed è espressione di un network nazionale ed europeo, la cui governance è degli studenti stessi.

Abbiamo incontrato tutti i rappresentanti di classe insieme ai rappresentanti di istituto i
dell’Istituto Rota il 25 gennaio. Grazie alla viva partecipazione ed interesse si è subito
formato il team organizzatore con cui abbiamo definito le date del percorso formativo: a
febbraio il 22 e il 28 e il 5 marzo.
Il 28 febbraio la scuola ospiterà la testimonianza di Silvia Cadore e Maria Pinato studentesse di Vicenza, dell’associazione Social Day nazionale, che da anni animano nella loro città e nei nuovi territori coinvolti il movimento Social day: le aspettiamo anche a Calolzio per partire con entusiasmo in questa prima avventura Social
Day nel distretto di Lecco.

LocandinaSday

LET’S START UP!

Concorso di idee imprenditoriali a vocazione sociale

Let’s Start Up! intende intercettare e supportare le migliori idee e i migliori progetti di imprenditoria sociale promossi da under 35 garantendo:

  • La possibilità di fruire gratuitamente di un percorso di 10 ore di coaching individualizzato, realizzato da esperti di imprenditoria sociale, corrispondenti ad un valore di complessivi 500,00 euro per ciascuna idea.
  • Una postazione gratuita presso lo spazio di coworking Piazza l’Idea a Merate.

I progetti/idee imprenditoriali potranno realizzarsi in qualunque settore purché dimostrino di poter generare un impatto sociale.

Scarica e leggi attentamente il Bando LET’S START UP!

Compila la scheda di partecipazione utilizzando il format Allegato A

Inviaci la tua candidatura entro il 31 dicembre 2016 e partecipa all’info day il  30 novembre 2016.

Per info scrivi a lets-startup@piazzalidea.it

Crescere in Digitale – Formazione e tirocini per i giovani nel mondo digitale

Iniziativa del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, attuata da Unioncamere in partnership con Google per promuovere, attraverso l’acquisizione di competenze digitali, l’inserimento di giovani che non studiano e non lavorano e per aumentare le loro competenze.

  • La prima parte del progetto consiste in un corso di 50 ore e in un test, entrambi completamente online e gratuiti.
  • Tra gli obiettivi del corso: Comprendere l’economia di Internet, Acquisire le competenze digitali di base, Imparare a utilizzare le principali piattaforme digitali, Imparare a gestire la presenza online di un’impresa
  • Dopo il superamento del test con una votazione di almento 60/100 è previsto il rilascio di un attestato delle competenze e, in base alla gratuatoria che si formerà, i giovani potranno essere selezionati per partecipare a laboratori di gruppo sul territorio. I laboratori sono giornate di formazione specialistica e orientamento e prevedono anche una sessione di colloqui diretti tra i giovani e imprese.
  • Alla fine dei laboratori si potrà essere selezionati per essere inseriti in uno dei 3000 tirocini (6 mesi, €500 al mese attraverso il programma Garanzia Giovani) o accedere a percorsi per l’autoimprenditorialità e l’autoimpiego.

Non ci sono prerequisiti particolari per partecipare: è sufficiente essere iscritti a Garanzia Giovani.

Possibile aderire al progetto e sostenere il test online fino a Dicembre 2016.

Per ulteriori informazioni contattateci!

Crescere Imprenditori!

logo_filo

Supporto all’autoimpiego e all’autoimprenditorialità per i giovani

Destinatari: giovani tra i 18 e i 29 anni, iscritti a Garanzia Giovani (giovani che non studiano, non lavorano e non sono attualmente impegnati in percorsi di istruzione e formazione) che non sono stati ancora presi in carico da un Servizio per l’impiego, o quelli che, pur essendo stati presi in carico, non hanno ancora usufruito di alcuna misura di politica attiva.

Possono partecipare anche i giovani che abbiano partecipato ai laboratori del Progetto “Crescere in Digitale” e per i quali non siano stati avviati percorsi di tirocinio con una delle imprese registrate e, con i requisiti richiesti, anche i giovani già in contatto con gli sportelli FILO per l’impreditorialità

Funzionamento: gli interessati accederanno attraverso il portale FILO di Unioncamere ad un test di autovalutazione delle attitudini imprenditoriali. I ragazzi saranno contattati secondo i risultati della procedura, in ordine cronologico, e indirizzati alle sedi camerali dei territori di riferimento per seguire dei percorsi formativi finalizzati alla redazione del piano di impresa.

I percorsi (massimo 80 ore) comprenderanno:

  • 60 ore di attività formativa di base in gruppi (anche a distanza tramite live streaming)
  • 20 ore di fase specialistica di accompagnamento e assistenza tecnica a livello personalizzato.

I giovani, selezionati in base al piano d’impresa realizzato, potranno accedere al “Fondo SELFIEmployment“.

Info: http://www.filo.unioncamere.it